Alluce valgo correzione mininvasiva: tempi di recupero e post operatorio (Parte 1)

Posted on

Nei primi giorni dopo l’intervento si può prendere un antidolorifico per sentire meno dolore.

Come noto, l’alluce valgo è un disturbo molto frequente, in grado di condurre a disturbi anche particolarmente gravi. E, soprattutto, in cosa consiste il recupero post operatorio? Già nello stesso giorno dell’intervento, attraverso l’utilizzo di speciali calzature post operatorie, sarà possibile poggiare delicatamente i piedi per terra e compiere piccoli spostamenti. Dopo il primo mese, il bendaggio viene rimosso, il piede può essere bagnato e possono essere indossate calzature più comode. In ogni caso, sebbene l’operazione per l’alluce valgo sia oramai all’ordine del giorno, è bene ricordare come ogni fattispecie sia estremamente differente dalle altre. Il trattamento dell’alluce valgo come già detto è di norma chirurgico e numerose sono le tecniche con cui viene eseguito l’intervento. Ed ovviamente il decorso post operatorio è anche funzione della tecnica utilizzata e di quanto essa risulta invasiva. Per tali motivi il decorso post operatorio dell’alluce valgo presuppone dei tempi di guarigione che sono tipici di quelli di guarigione di una frattura ossea. L’alluce valgo colpisce molto più comunemente le donne ed è la prima causa di intervento chirurgico sull’avampiede.

Intervento alluce valgo: quando operare?

  • Le modifiche al vostro piede possono anche rendere difficile camminare, siccome l’alluce viene usato per spingerci in avanti e aiutare a bilanciare il peso del corpo.

Torna in cima L’intervento chirurgico rimane l’unico reale trattamento nel caso di alluce valgo.

Torna in cima Prima di decidere se un paziente sia candidato per un intervento di correzione dell’alluce valgo è importante una corretta valutazione clinica. In alcuni casi l’alluce valgo può essere dovuto ad una pronazione del piede. Infatti in questi pazienti è indispensabile una correzione anche del piattismo del piede attraverso tempi chirurgici a livello del retropiede, essenziali per il buon risultato dell’intervento. Non deve essere gestito dal paziente nel post operatorio e in alcuni casi può richiedere un controllo intermedio prima dei 15 giorni, tempo previsto per la de-sutura. Ha infatti un ruolo solo di protezione e di sterilità nelle tecniche open, mentre diventa parte dell’intervento chirurgico nelle tecniche mini-invasive/percutanee o miste. Come spiegato la tumefazione quindi il gonfiore nel post-operatorio possono dipendere dalla tecnica chirurgica, ma anche da caratteristiche proprie del paziente o dall’intervento eseguito precedenti interventi chirurgici. Per quanto riguarda le attività sportive, bicicletta e nuoto potranno essere praticati dopo le 6 settimane di riposo post operativo. Se l’intervento è stato complesso ed ha interessato più dita, il gonfiore sarà maggiore e durerà di più, anche mesi. CONSIGLI PRATICI: La riabilitazione migliore dopo un intervento di correzione di alluce valgo è camminare.

Alluce valgo correzione mininvasiva: tempi di recupero e post operatorio

  • Antidolorifici.
  • Tutori specifici.
  • Plantari.
  • Indossare calzature adatte (questi vengono discussi in maggior dettaglio di seguito).

Ci sono tuttavia tempi e modi da rispettare per ottenere il massimo risultato possibile dall’intervento: un alluce dritto, flessibile e non dolente.

Tuttavia, per ottenere agevolmente questo spostamento, l’osso del metatarso ( che sta nel piede e si articola con il primo dito) deve essere inciso a tutto spessore. Da un punto di vista strettamente biologico, queste osteotomie correttive, si comportano come fossero delle semplici fratture e guariscono lentamente nelle settimane e nei mesi successivi all’intervento. Si spiega così perché dopo l’osteotomia, una piccola vite in titanio viene avvitata nell’osso a completamento dell’intervento. Scarpa modello “Talus” o di Baruck La scarpa post operatoria infatti permette di caricare il peso durante il passo senza sollecitare eccessivamente l’alluce operato. – i primi 20 giorni: scarpa post operatoria e piede fasciato. Già a partire da questo periodo il piede deve essere appoggiato correttamente e l’alluce coinvolto attivamente durante il passo. Sempre dopo 30 giorni dall’intervento si può andare in piscina e in palestra ma sono vietate le attività che sollecitano eccessivamente il piede operato ( corsa, spinning, salti. Mi sembra invece di capire che già dopo 1 settimana potrei essere in grado di prendere i mezzi senza incorrere in rischi di guarigione. Per ciò, è necessario praticare alcuni esercizi per svegliare questo piede che ha subito il trauma dell’ intervento : 1.

Aptoco, cerotto correttore e raddrizzatore per alluce valgo, 4 pezzi, supporto per piede e per sollievo dal dolore, distanziatore di dita, con cuscinetti per alluce valgo

  • La riabilitazione dopo un intervento di correzione di alluce valgo
  • La tecnica di intervento Austing Long Arm, la mia procedura personale

In un primo tempo, i primi giorni, questo esercizio deve essere praticato con l’aiuto dell’appoggio delle mani per diminuire il peso del corpo.

Bisogna non solo piegare le dita, ma anche dare una spinta con l’alluce prima di passare in avanti il piede e finire il movimento del passo. Tra gli errori che si fanno più spesso nel periodo post intervento chirurgico all’alluce valgo c’è quello di camminare a lungo. Per evitare una compromissione della convalescenza, è sconsigliato nelle prime settimane dopo un intervento di alluce valgo, mettersi alla guida di un’automobile. Non vale quindi la pena compromettere la buona guarigione del piede per non aver seguito poche e semplici regole per un periodo di tempo, tra l’altro, relativamente limitato. L’alluce valgo è una delle patologie più diffuse a carico del piede. Quando l’alluce valgo diventa “ fastidioso” l’ unica soluzione è l’intervento chirurgico. Oltre l’accorciamento dell’alluce, una conseguenza frequente di questo tipo di intervento, ci sono numerosi casi di recidiva, di ipocorrezione dell’alluce valgo e di danni articolari. Come fare la riabilitazione dopo un intervento di alluce valgo? In realtà, dopo un intervento di alluce valgo la riabilitazione è molto semplice: camminare seguendo qualche semplice ma importante accorgimento.

Foonii 6 pezzi Tutore per Alluce Valgo Correttore Correttivo Separatore Silicone, Camminare-Estensori Dita-Set Manicotto Sollievo Alluce Valgo- Per Dolore Piede, Avampiede, Metatarsale & Altro

Riabilitazione dopo un intervento di alluce valgo: la migliore riabilitazione è camminare.

La riabilitazione dopo un intervento di alluce valgo prevede, nei primi venti giorni, di camminare per piccoli spostamenti in ambiente domestico. A partire da questo periodo il piede deve essere appoggiato correttamente e durante il passo il paziente si deve impegnare a coinvolgere attivamente l’alluce. dovrei sottopormi ad un intervento per l’alluce valgo ad un solo piede, e vorrei capire quanti sono i mesi di recupero. Infatti, per ottimizzare i tempi della degenza, ho intenzione di accorpare molto vicino a questo intervento anche un altro di mastoplastica additiva. Per rispondere Operazione alluce valgo tempi di recupero: il tipo di intervento a cui si ricorre più frequentemente è denominato osteotomia (percutanea o a cielo aperto). Molte procedure di correzione dell’alluce valgo possono essere eseguite in regime di day hospital, quindi non è necessario il ricovero ospedaliero. Il tempo di recupero dipende dal tipo di procedura eseguita (dopo circa cinque settimane viene rimosso definitivamente il bendaggio). Con entrambe le tecniche si procurano delle fratture delle ossa delle dita e si possono tagliare dei tendini, ciò fa parte dell’intervento. Le dita operate possono presentarsi meno mobili e come ” estranee “ per alcuni mesi a causa dell’intervento sui tendini e sulle capsule articolari.

Deformità del piede; piede valgo abbassato, piede piatto, piede traverso, piede cavo

L’età, le buoni condizioni di salute, l’integrità del sistema venoso delle gambe, anche influiscono sulla velocità di guarigione sul gonfiore e sul dolore.

Alcuni sono adesivi e si posizionano sopra l’alluce valgo, mentre altri posseggono un piccolo anello che si adatta sopra il vostro alluce. È inoltre possibile utilizzare speciali splint per alluce valgo, indossati sopra la parte superiore del piede e dell’alluce per ripristinare il suo corretto allineamento. I tacchi alti possono anche peggiorare il vostro alluce valgo mettendo pressione eccessiva sulle dita dei piedi. La vostra storia medica e la salute generale:  dopo l’intervento chirurgico, il rischio di avere complicanze aumenta se avete altre condizioni mediche che impediscono o rallentano il processo di guarigione. A seguito di un intervento chirurgico, vi sono anche maggiori probabilità di avere problemi se il vostro alluce valgo si è verificato a seguito di un’altra condizione, come l’artrite reumatoide. Se siete molto attivi e fate molto sport, essere in grado di muovere bene l’alluce deve essere più importante per voi di come il vostro alluce appaia esteticamente. Tuttavia, dopo aver subito l’intervento chirurgico, non vi è alcuna garanzia che il vostro alluce sarà perfettamente dritto o senza dolore. Tipi di intervento chirurgico Ci sono molte procedure chirurgiche differenti usate per trattare l’alluce valgo. A seconda del tipo di intervento chirurgico necessario, questi mezzi di sintesi possono essere lasciati in sede oppure rimossi in seguito.